Combinati e policombustibili

Il significato dei termocamini combinati può essere diverso e quindi cerchiamo di fare chiarezza. Potremmo intendere dei termo camini policombustibile (per esempio legna pellet) oppure dei termocamini polifunzione come per esempio il meccanismo di riscaldamento. Il secondo significato è molto semplice, ci sono persone che intendono combinato un termocamino che riscalda l’acqua dei termosifoni ma è dotato anche di una ventola ed un impianto di areazione, non ci sono molte parole da spendere per questa tipologia di termocamino.

Più utilizzato è il significato di termocamini policombustibili. I termocamini combinati di questo tipo sono soprattutto alimentati a legna e pellet. Questa formula di termocamino consente di eliminare gli svantaggi della legna ma anche quelli del pellet consentendoci di scegliere volta per volta il tipo di combustibile da usare e quindi beneficiandone doppiamente.

Il termocamino raffigurato sopra ha un serbatoio per il biocombustibile direttamente dietro la combustione guadagnando in spazio laterale. Esistono termocamini legna pellet con serbatoio separato che occupano più spazio e questo è un fattore che dobbiamo considerare per l’installazione del termo camino.

termocamini combinati, in generale, possono essere combinati con qualsiasi altro bio-combustibile, il punto fermo è la legna ma la biomassa non è esclusivamente il pellet, i termo camini combinati policombustibili sono in grado di bruciare sansa di olive, cippato, noccioli di frutta, mais, scarti di bosco, etc. Per alcuni di questi biocombustibili è previsto un serbatoio differente.

La scelta del biocombustibile dovrebbe essere fatta in base alla reperibilità dello stesso che dipende se l’abitazione si trova in montagna, vicino a dei boschi o in campagna.

Puoi lasciare un commento

Lascia un commento