Termoconvettori

TermoconvettoreCi sono molti tipi di termoconvettori. Essenzialmente quasi tutti i termoconvettori moderni hanno un termostato in grado di rilevare la temperatura dell’ambiente e di spegnersi automaticamente. Questa miglioria ha portato un enorme vantaggio rispetto ai termoconvettori precedenti che continuavano ad andare anche con troppo caldo nell’ambiente. Il termoconvettore produce aria che prende da sotto per poi riscaldarla mediante gas o elettricità.

Ci sono anche i termoconvettori ad acqua agganciati alla caldaia generale della casa o dell’ambiente che si vuole riscaldare. Questo tipo di termoconvettori hanno un termostato che li spegne contemporaneamente con la temperatura dell’acqua.

Tutti i termoconvettori hanno una regolazione di velocità per poter scaldare velocemente o meno l’ambiente. Questa caratteristica li mette in vantaggio rispetto i termosifoni o gli altri caloriferi in generale.

Si possono fare molte cose con i termoconvettori, si possono differenziare anche le temperature di casa tutto grazie alla loro modularità. Ci sono più possibilità per usare i termoconvettori come riscaldamento in casa, ne elenchiamo alcune:

  • Sistema centralizzato di termoconvettori. Questo sistema permette un sistema centralizzato mediante un termostato in cui i termoconvettori sono tutti collegati e la temperatura è quindi centralizzata.
  • Sistema Decentralizzato: ogni stanza o termoconvettore ha un termostato. In questa maniera si possono ottenere più temperature in casa o nell’ambiente riscaldato
  • Sistema irbido con caldaia: i termoconvettori sono uniti ai termosifoni normali e con delle particoli sonde si accendono e si spengono in base alla temperatura dell’acqua e quindi al livello di accensione della caldaia.

In tutti questi casi di termoconvettori nell’impianto di riscaldamento le macchine sono alimentate da elettricità.

Quali sono i prezzi dei termoconvettori?

Dipende, ci sono termoconvettori semplici, con termostati, a gas, con regolatori elettronici, centralizzati, etc. Calcolare il costo di un termoconvettore è molto difficile. C’è poi da considerare che i prezzi salgono on l’installazione del termoconvettore o dell’impianto di riscaldamento a termoconvettore.

Ci sono termoconvettori portatili che costano 50 euro e termoconvettori che riscaldano un magazzino che possono costare anche 2000 euro. Quindi in base alle vostra necessità di impianto o macchina termica c’è un costo ed un prezzo.

Termoconvettore a gas

I termoconvettori a gas funzionano associati alla caldaia con una temperatura gradevole in maniera tale da evitare la tostatura delle polveri e quindi un aria pulita e non secca. Una caratteristica del termoconvettore a gas è quella di avere un passaggio dell’acqua molto lento e di non contenere molta acqua al suo interno. In questo modo è possibile riscaldare velocemente l’ambiente.

Termoconvettore a metano

Per termoconvettori a metano si intendono quei termoconvettori che sono agganciati alla cadaia generale per il riscaldamento. Quindi la macchina di calore è l’aria che passa nel termoconvettore a metano ma l’aria del termoconvettore a metano la produce sempre una macchina elettrica.

Termoconvettore ad acqua

Molti termoconvettori ad acqua usano uno scambiatore di calore in grado di generare calore senza altri meccanismi. Il funzionamento è molto semplice. Nei termoconvettori ad acqua calda il sistema scambiatore produce delle differenze di temperatura dell’aria in grado di far fuoriuscire dal termoconvettore un effetto camino.

Questo significa che i termoconvettori ad acqua non sono alimentati elettricamente per far fuoriuscire l’aria ma semplicemente con questo sistema di generatore di aria calda. I termoconvettori di nuova generazione sono anche monitorati da termostati.

Tutti i termoconvettori sono elettrici?

Questa frase deve essere distinta in termoconvettori elettrici per produrre calore e termoconvettori elettrici per generare aria calda. Infatti tutti i termoconvettori generano aria calda elettricamente e quindi si potrebbe dire che tutti i termoconvettori sono elettrici.

Si intende però il termoconvettore elettrico quello che possiede una macchina di calore elettrica. Cioè quel termoconvettore che sostanzialmente possiede una serpentina che riscalda l’aria entrante e ne fa uscire l’aria calda.

Il termoconvettore elettrico è usato soprattutto se non si ha la possibilità di agganciare questa macchina di calore al metano o ad una caldaia. Attenzioni alle polveri però.

Ci sono vari tipi di termoconvettore, da pavimento e quelli a parete

I termoconvettori a parete vengono appesi al muro ma è solo una questione estetica. Nella maggior parte dei casi i termoconvettori sono agganciati ad una parete e quindi non avrebbe senso appoggiarli anche per terra. In questo modo i termoconvettori a parete garantiscono maggior areazione e maggior pulizia sul pavimento.

In molti casi però i termoconvettori hanno un peso tale che sono costretti ad appoggiarsi sul pavimento.

Confronto con i termosifoni

I termosifoni sono macchine di calore e la parola è un sinonimo di radiatori anche se i termosifoni sono più comuni. I termosifoni sono solitamente in ghisa, acciaio o alluminio e permettono di mantenere il calore anche quando l’acuqa calda ha smesso di circolare, in questa maniera è possibile scaldare la casa con un piccolo risparmio energetico.

I termosifoni sono gli elementi più comuni per il riscaldamento domestico e sono associati alla caldaia o a macchine di calore solare termico.