Isolamento termico a cappotto delle abitazioni

Isolamento termico a cappottoCoibentare gli edifici attraverso l’isolamento esterno delle pareti significa avere un consistente risparmio energetico, oltre che il miglioramento del comfort abitativo.

La dispersione di calore delle abitazioni è un problema molto diffuso, soprattutto negli edifici di vecchia costruzione, e porta a notevoli sprechi energetici ed economici. L’isolamento termico è quindi un aspetto che non dovrebbe essere sottovalutato, sia quando si va a ristrutturare un abitazione sia quando se ne costruisce una nuova; soprattutto se questo edificio è quello in cui viviamo o andremo a vivere e nel quale passeremo la maggior parte del nostro tempo.

In particolare l’isolamento a cappotto termico applicato esternamente alle pareti si è affermato nel corso degli anni come la soluzione più efficace per isolare un edificio: rispetto all’isolamento interno, porta a un maggiore risparmio energetico e quindi economico. Il cappotto termico, al fine di ottenere un risultato soddisfacente, dovrebbe essere installato di uno spessore ottimale in base alla zona climatica in cui si trova l’edificio. Più lo spessore sarà elevato, maggiore sarà il risparmio di energia.

Ma quali sono i vantaggi concreti derivanti dall’installazione di un cappotto isolante? Oltre a risparmiare economicamente ed evitare sprechi energetici, l’isolamento permette di migliorare il comfort dell’abitazione, riduce le dispersioni termiche, elimina i ponti termici e quindi evita la formazione di muffe e umidità. Inoltre, diminuisce il carico termico della caldaia, ottimizzando la prestazione termica dell’edificio. Va inoltre ricordato che è un’applicazione a basso impatto ambientale e, se installato a regola d’arte, non necessiterà di manutenzione.

E’ consigliabile scegliere componenti di isolamento certificati, garantiti e assicurati.