Termocamini a legna

termcamini a legna sono quelli più utilizzati perché la legna è ancora il combustibile preferito per i caminetti. Il termocamino a legna ha dei vantaggi rispetto a quello a pellet, per esempio, infatti la combustione della legna è più viva e luminosa, con vantaggi estetici annessi, la legna non ha bisogno di alcun controllo della combustione elettricamente come quelli policombustibili, d’altra parte però è richiesto più impegno da parte nostra attorno al camino perché dobbiamo essere noi stessi ad alimentare la combustione mentre quelli a policombustibile sono totalmente controllati e ci scaricano da questo compito.

Il termocamino a legna è anche quello tra i più semplici da un punto di vista di fabbricazione, può essere di diverse dimensioni ed ha diverse caratteristiche di aspetto, per esempio l’apertura può essere a singolo vetro, a vetro arrotondato, il termocamino può essere bifacciale o ad angolo oppure ottagonale (tre lati di vetro) .

Ovviamente se è predisposto al riscaldamento per ventilazione con aperture(“bocche”) da installare, il termocamino avrà anche un motorino per la fuoriuscita dell’aria. Sostanzialmente non ci sono caratteristiche estetiche o tecniche differenti tra i vari combustibili e la scelta è solo sulla fiamma, di comodità o facilità nel reperire il combustibile, chiaramente la legna inquina di più delle biomasse.

Attorno al termocamino a legna si può pensare ad un rivestimento moderno che sia in grado di far risaltare sia il camino che il porta legna indispensabile nella stanza per questo tipo di camini. Spesso si creano delle parti artificiali per poter allacciare il camino all’impianto di riscaldamento o per consentire il riscaldamento ad aria su più stanze.

Puoi lasciare un commento

Lascia un commento