Caloriferi verticali da bagno

In bagno il calorifero può assumere numerose funzionalità, prima di tutto il bagno non necessita di una quantità di calore pari al salotto per esempio, in bagno c’è l’asciugatrice, ci si fa la doccia, si apre la finestra etc. Ecco quindi che il materiale usato per i caloriferi per bagno è principalmente l’alluminio, primo a scaldarsi tra i materiali ed il primo a raffreddarsi. A questi concetti si sommano poi i numerosi problemi di spazio in bagno soprattutto negli appartamenti moderni sempre più stretti e risicati. Ecco quindi nascere lo scalda salviette.

Lo scalda salviette è il calorifero per bagno più usato nelle case nuove, fino alla fine degli anni 80 inizi novanta non si usava molto ma ora è praticamente scontato usare uno scalda salviette in bagno, tra i più standard troviamo il seguente.

Sono praticamente dei caloriferi piatti, formati da un unico pezzo e tubolari orizzontali, tra i tubi vi è ogni tanto uno spazio lasciato appositamente per asciugamani e salviette di ogni genere per asciugare i panni umidi d’inverno. Il numero di spazi dedicati alle salviette sono variabili e dipendono anche dall’altezza del calorifero. La varietà di colori di questo radiatore per bagno è molto interessante ed in grado di abbellire il bagno stesso, eccovi un esempio di famiglia colorata di scalda salviette.

I caloriferi in bagno non sono solo verticali, possono essere anche orizzontali, di design in inox, con maniglie o scalda salviette orizzontali, installati per esempio sopra la vasca, questo esempio è fatto per dare un’idea diversa dal solito calorifero per bagno verticale.

Infine per chi ha la possibilità ed un bagno moderno lo scalda salviette in acciaio inox verticale è un esempio di come è possibile avere un po’ di design e di arredo in bagno, eccovene due esempi.

Puoi lasciare un commento

Lascia un commento